lunedì 24 maggio 2010

Missing pet



Ieri tragedia nel cerchiodeglielfi.
Antefatto :
da alcuni giorni è arrivata la primavera e non desidero altro che sbarazzarmi di maglioni in lana,stivali,impermeabili e piumone da letto,quindi ieri mattino mi armo di detersivo e punto decisa verso la lavanderia a gettoni vicino casa per lavare il piumone ed anche il pupazzo snoopuso di Jt.
ovviamente il mio assistente non ne sarebbe stato felice,ma ci sono cose che s'anna a fa',lavo,centrifugo,strizzo e ripongo nelle borse i piumoni....
Giungo a casa mi armo di mollette e stendo ,una volta pavesati a festa i fili del bucato mi accorgo che manca Snoopy!
Torno in lavanderia,ma non ce n'è traccia ,in ambascie torno a casa e preparo il volantino per il missing pet,Tont mai mi avrebbe perdonato la perdita,ci speravo poco in un ritorno del puPazzo,ma in mattinata una telefonata del gerente mi comunicava che era stato riportato ,ora si sta asgiugando al sole .



Controllato a vista da Jt.che sfoggia il suo nuovo bandanna rosso e che tanto per non smentirsi deve sempre essere protagonista di fronte all'obbieto intrufolandosi anche sul set per le foto da postare nel nuovo negozio di cui vi parlerò tra un po',il tutto mi sta prendendo più tempo del previsto,anche a causa di imprevisti temporali,umorali e dispiaceri del mio cuorino che non predispongono molto .







Tutto sommato sono contenta che le cose siano tornate al loro posto :).
                                                                        

domenica 23 maggio 2010

Eccoci

Come promesso in occasione del mio compleanno ecco il mio candy ,poichè sono un cagnino ecocompatibile ,ecosostenibile ecoetc la scelta per il candy è caduta su shop bag in cotone rallegrate dalla versione fumettosa di me stesso.
Essendo i miei anni tre ,tre sono le borse in misura small,medium e large con relativa bustina per riporla quando non serve, i colori sono i miei ,bianco,nero e rosso .
Non sono molto esperto di queste cose,per cui ho copiato i "regolamenti"da altre blogger.
Basta diventare miei amici e lasciarmi un commento se avete un blog rubate pure l'immagine e diffondetela sul vostro sito .
Non sapendo leggere l'umanese l'estrazione delle tre vincitrici sarà assolutamente casuale ed effettuata dalle mie zampine con tanto di reportage fotografico del evento.
potete lasciare i vostri commenti fino alla mezzanotte del 15 giugno.
un amichevole scodinzolio il vostro Jt.Tont.

sabato 15 maggio 2010

Rosa,rosae,rosetum

Dopo tanta pioggia,un mattino di tregua,con un pallido chiarore all'alba,dormo poco e faccio cose nel silenzio del primo mattino ,qui non c'è nemmeno la collaborazione del rompiscatole peloso ,ops l'assistente di
studio:).

Questa è la mia rosa del cuore ,era una tuscany red velvet rampicante,durante la gelata dell'ottantacinque la traslocai in un grosso vaso ,come ultimo tentativo di salvarne una parte,niente se ne andò,ma poichè difficilmente mi do per vinta la lascia nel vaso tagliando i rami secchi,rifiorì con fiori sempre più piccino finchè mise solo foglie e dopo alcuni anni con mia sorpese fiorì la rosa originaria su cui fù fatto l'innesto,ha fiori bianchi a grappolo e profumano il mattino e le sere di un delicato sentore di limone.





la rosa rosa e quella gialla provengono da cespugli di pochi anni e sono le uniche salvate dai nubifragi recenti,ne ho fatti due piccoli bouquet,come gesto carino quotidiano .
Cosa c'è di più gentile del regalo di un fiore?
Regalare un fiore coltivato o colto con le proprie mani ,credo.
Ecco non potendoveli donare live ve li lascio come gif,che tra l'altro non appassiranno mai.
Abbiate un buon week end con chi vi è caro .
                                                                     

mercoledì 5 maggio 2010

Era una notte buia e tempestosa

con la pioggia battente come oggi ,in una cascina della campagna a sud di Milano ,nascevo assieme ad altri 10 fratelinni e sorelline,in un angolo mal riparato dalle intemperie e senza nessun esser vivente a trepidare per il parto della mia mamma canina .
A pochi chilometri di distanza un mio fratello peloso accompagnato dalle mani amiche dei suoi umani e del suo medico raggiungeva la radura in fondo al sentiero ,eh si cari amici è così che funzionano le cose c'è chi nasce e c'è chi muore ,si può nascere nella più profonda solitudine e morire tra volti amici entrambi gli evento creano dolore ,sono un cane filosofo ed intellettuale amici miei,che vi credete mica un pizza e fichi dedito solo ai piaceri dell'esistenza.
Per dieci giorni la mia mamma pelosa si prese cura con amore anche di me,poi cominciò a vedermi di cattivo occhio,probabilmente eravamo troppi ,noi cuccioli ed il cibo per lei scarso,mi morse una prima volta ed una fatina con gli occhi azzurri e i capelli lunghi biondi mi ricucì il pancino mi morse una seconda volta e beh da li cominciarono un po' di sfighe per me,infezioni,convulsioni dovute ad un forte trauma cranico insomma ero un destinato al *sacco nero*.
Ma c'erano questi tre tizi ,che mi guardavano,mi scrutavano,mi palpavano e dicevano :
"Vediamo come starà domani "!
I miei domani erano un sei al super enalotto quotidiano ,io con l'incoscienza del cucciolo piacione cercavo di attirare l'attenzione di chiunque ma nisba c'era chi diceva che sarei diventato troppo grosso,chi diceva che ero un bastardo e per giunto già rappezzato,chi voleva un gatto,chi voleva un canino da portare in borsetta ed il mio tempo stava per giungere al termine,lo spettro era il canile e diventare un cane di nessuno.
Ero guarito dalle ferite,dalle infezioni nella mia testolina restava però un mistero che si sarebbe rivelato più tardi ,il 17 luglio ,ahhhhhh data sfortunella ...si ma per i superstiziosi ,ed io superstizioso non lo sono per nulla :) mi presentano ad una tipa un po' strana,anche lei con gli occhi azzurri ed un microbo peloso tra le braccia ,intuisco che la zia Barb(la mia fatina vet)mi sta presentando e cerco di assumere un'espressione accattivante ,poichè la tipa strana non dice di no e mi prende in braccio ci si aggiunge lo zio Andrea a proporre la mia candidatura,in meno di dieci minuti mi ritrovo infilato in un elegante trasportino di plastica rosa direzione "CASA".
"Che sarà mai una casa? "mi chiedevo, io che non ne avevo ancora avuta una mia ; ora con la saggezza dei miei tre anni so che casa è stato ed è un magnifico viaggio che vi voglio raccontare così ,con un po' di foto,ma vi prego non annoiatevi arrivate sino alla fine ci sarà un regalo anche per festeggiare il mio terzo compleanno .

Allora prima di cominciare con le sciocchezuole che solo la mia umana riesce a scrivere sotto alle foto,mi faccio avanti io per ricordare Emrys(la mamy ha gli occhi lucidi a vedere questa foto e non sa cosa dire ):
"Ovunque sia il prato su cui giochi con tutti gli altri tuoi fratelli e sorelle sono sicuro che in questo dove ove mi trovo io ora sei stato amato e felice hai dato e ricevuto amore ed il vuoto che hai lasciato nessuno lo può colmare poichè ognuno di noi è unico" .

Ecco questo sono io a circa un mesetto di vita ,non fatevi ingannare dalle dimensioni micro,non stavo troppo bene e l'occhio non è molto vispo.

Qui le cose andavano decisamente alla grande ,un giovane virgulto pronto a trasformarsi un vero fusto ,va beh avevo solo 5 mesi,mangiare le panchine a mio vedere era una forma di protesta giovanile ,a quella panchina ci sono tutt'ora affezionato,durante il giro lungo serale è una sosta obbligata,inoltre domina il mio personale cerchio degli elfi .

Come potete vedere non ho impegnato i mesi della gioventù stando li a leccare le panchine ,sono andato a scuola di bon ton ed ho fatto molto sport.

Tra le cose che amo fare ci sono passeggiate nei boschi ,in qualsiasi stagione e ovviamente essendo un ficcanaso caciarone mi interesso anche della crescita dei pioppi.

il mio romanticismo lo esprimo davanti al fiume in inverno

ed in primavera si torna nei boschi a cercare gli amici folletti per chiedere loro se hanno trascorso un buon inverno.

Ma potevamo farci mancare una fata come amica e compagna di scorribande?
Certo che no ed ecco direttamente dalla Svizzera la nostra fata personale opera di Chaty http://fatabislacca.blogspot.com/

 
La vita a volte è dura ,uno al mattino si alza così ....

Ed entro sera si ritrova così,dopo esser stato sottoposto a inenarrabili torture ,chiamate il telefono bau vi prego.

la mamy (quella umana)dice che sono ancora un moccioso che vede in un cuscino un nemico da annientare ....

e che dorme ancora con il pupazzo ,tzè mica un pupazzo qualsiasi trattasi di un mitico Snoppy ORIGINALE ANNI '80,sono un intenditore non un cialtronello ultimo arrivato.

A proposito di pupazzi così è come mi ha tirato fuori da un ammasso di lana la mia umana .
 Fico vero beh visto il soggetto  rappresentato non poteva essere  non poteva essere altrimenti.

Adoro gli esseri umani !
anche il più pauroso nei confronti dei cani non può resistere al mio fascino ed accarezzarmi e coccolarmi,io adoro loro del resto,soprattutto gli umani piccoli.



Qui con una delle mie zie condominiali alla festa annuale di diamoci la zampa,un eventone per la società canina milanese che si tiene ogni anno e i cui protagonisti siamo noi i poco blasonati cani senza pedrigree senza genealogia,insomma i trovartelli i randaggioti i disperati raccattati su una strada ,ci si trova così per conoscersi e per raccogliere un po' di soldini per quei nostri amici che ancora non hanno una CASA.
Qui trovate un po' di info sull'associazione

immagini un po' a caso della festa di quest'anno


E questa è un'altra sia condominiale che mi ha coccolato e che ci ha avuto le prove che io non sono un fifone...beh ehm a parte la storia della pozzanghera.

Alla festa del cane simpatia ,come al solito ho vinto come più ingombrante e simpatico peloso ,questa foto l'ho dedicata ai miei zii vet per dirgli grazie di non avermi infilato nel sacco nero e per avermi dato modo di conoscere cos'è :*CASA*.
Casa è tutto questo che vi ho brevemente mostrato e tanto altro ,ma casa è soprattuto dove c'è un cuore che ci aspetta .

Ed ora per festeggiare il mio terzo compleanno ho deciso di chiedere alla mia operaia(sapete vero che nella premiata ditta io sono la mente e lei il braccio)di realizzare una "cosa"con colori molto solari ed estivi ,passate a trovarci nei prossimi giorni per notizie più dettagliate sul :

TONT CANDY FOR YOU

                                                             

lunedì 3 maggio 2010

ARTE,artisti e cialtroni tra fuffa e vanità

 l'ultima considerazione,poi non mi faccio più seghe mentali carpiate e non tedio più il mio spazietto web con i suoi micronumeri.


Considero arte ciò che sa trasmettere emozione,sia essa musica ,arte visiva ,architettura ,poesia e via così;l'altra sera stavo considerando tra me e me l'idea di mettere una macchina da cucire al posto della mia facciona oppure pennini e carta o altro che mi rappresentasse.
contemporaneamente ho visto la notifica del vernissage di Tom Porta e mi sono ricordata di questo suo quadro,essendo snob e  intellettualmente contorta gli ho chiesto se potevo abusarne ,risposta :"puoi"(adoro questi permessi stringati senza fronzoli.
Così come adoro l'arte di Tom,i quadri sembrano sgorgare dal nulla ,molti si diranno :oh ma chiunque saprebbe fare una cosa del genere,bene è una frase che sento spesso soprattuto dagli artisti frustrati e dentro di me mi dicono ,ed allora xchè non crei qualcosa che sappia dare emozioni.
Secondo me diventa arte solo ciò che sa trasmettere emozione ciò che non ha bisogno di essere spiegato,ciò che il nostro io percepisce(ovviamente serve una dose anche minima di sensibilità)ma con percepire non intendo mettersi in coppia davanti ad un opera creata da terza persona ed elucubrare su ciò che l'artista vuole comunicare ,nel 99 per cento dei casi si fa la figura degli imbecilli,come i degustatori di vino della domenica che si fanno infinocchiare da vino in bric spacciato per bottiglia num.7 di una produzione di 99 litri ci trovano tutti i pregi possibili immaginabili soprattutto se tirano fuori 10 euro per 10 gocce di nettare porto con il contagocce .
Ma sto divagando,dicevo che serve una buona dose di sensibilità o forse semplicemente aprire il proprio animo alla percezione delle emozioni ,lasciarsi colpire è un attimo,si passa di fronte ad un oggetto,oppure ci si gira all'improvviso e avanti noi c'è qualcosa che ci da un pugno nello stomaco ,per la  bellezza intrinseca che fa esplodere in noi .
Essendo la bellezza soggettiva ,molti trovono più facile l'uniformarsi ad immagini e stereotipi proposti in massa(poco carinamente li chiamo i pecoroni dello stile da discount e con ragione)xchè sapersi guardare dentro evolversi o anche solo esercitare il proprio gusto è un lavoro troppo difficile.
Passiamo per poche righe al perchè un'artista crea?
Perchè vuole diventare ricco famoso osannato dalle folle e posare ad intellettualoide annoiato ovvio no?
Un'artista crea perchè ha un bisogno incontenibile di tirare fuori il suo universo interiore,ma ad un certo punto ciò che crea non può restare solo suo altrimenti sarebbe una sterile e continua masturbazione senza mai godere(questa bellissima definizione è del fù Andrea Pazienza ,un grande fumettaro che ci ha lasciati troppo presto e con troppe poche perle )ovviamente ci vuole coraggio a condividere,perchè si sa a prescindere che non arriveranno quasi mai solo apprezzamenti ma critiche ed affossamenti,ovviamente chi critica in maniera poco costruttiva si sa che è roso dal tarlo della gelosia e parla per lo più per esercitare le corde vocali,chi critica a volte non ha nemmeno i titoli per farlo con scienza o coscienza ,mentre chi mostra sempre sperticato entusiasmo non sempre è sincero,l'apprezzamento sincero sempre in tutte le cose sta nel mezzo.
Credo di aver divagato sul nulla e sul niente solo per approfitare biecamente della gentile concessione
il sito di Tom lo trovate qui  http://www.redsectorart.com/porta/index.php 
inoltre se siete a Milano o dintorni ed amate l'arte è in programma il vernisage di :"extinction agenda III" .
Questo suo quadro(ma ce ne sono molt ltri che mi danno pugnetti nello stomaco e non lo dico per piacceria ,ma con la più totale e sincera amicizia ed ammirazione)in fondo mi rappresenta,non solo mi ricorda la vecchia singer della mia nonna su cui imparai l'abc del cucito,ma è così che mi sento a volte ,un oggetto di pregio abbandonato in un campo perchè non più utile mentre in una vita parallela sicuramente uso questa singer mentre il mio assistente di studio rincorre una cavaletta e di tanto in tanto ci perdiamo a guardare verso il vuoto dell'orizzonte in un silenzio dove tutto è calma e pace ,insomma se esiste un'aldilà vorrei che fosse così.
Grazie  per creare questi mondi TP.